Mi chiamo Benedetta e insegno yoga da 15 anni tra Milano e il mondo. Ecco la email in risposta alla domanda “cosa caratterizza un insegnante yoga bravo/a?”. La domanda è recentemente arrivata nella mia casella di Facebook Messenger da una persona. Mi parlava dei suoi problemi a riprendere a praticare yoga dopo un episodio accaduto a dire poco brutto con degli insegnanti yoga.

Rompiamo il tabu! Ci sono cosidetti insegnanti yoga che abusano anche fisicamente del loro ruolo. Questo deve finire e io ci contribuirò con le buone o le cattive.

Intanto la mia risposta per curare il mondo yoga è un decalogo dell’insegnante e dell’allievo che può diventare un codice deontologico per una professione che non ha il riconoscimento e la tutella che merita. Questo potrebbe essere un inizio verso una migliore organizzazione della professione degli insegnanti yoga, delle certificazioni yoga, della formazione continua ecc.

Spero che possa essere utile a tutti gli insegnanti yoga che so che leggono, potete stampare 10 dei punti che ci ispirano e stamparlo, poi firmarlo insieme afli allievi. Potete ancora praticare portando ogni volta con se un intento tra i 20 punti elencati qui sotto:
1- l’insegnante yoga più degli altri si assume la responsabilità delle proprie azioni
2- c’è posto per tutti, ovvero almeno qui evitiamo la competizione tra allievi, colleghi, scuole!
3- rispettare se stessi e sapere di non essere perfetti ci permette di rispettare gli altri!
4-non approfittare delle fragilità che lo studente mette generosamente nelle nostre mani.
5- non ostacolare mai il lavoro degli insegnanti yoga, cercare di conoscere il suo percorso e metodo poi scegliere se condividerlo o meno.

6- fare in modo che lo yoga in occidente divenga sempre più esperienza condivisibile, alla portata di tutti, che sia una via di consapevolezza e salute non di potere e arricchimento.

7- un insegnante yoga lavora come un medico o un avvocato, è giusto che riceva un compenso per il suo lavoro. Non troppo, non troppo poco, questo permette di vivere, curarsi, e approfondire gli studi, donare ciò che impara al sociale.

8- se un allievo è malato e ha necessità di praticare ma non può pagare le lezioni, è dovere dell’insegnante yoga cercare di donargli le classi per aiutarlo a guarire, i soldi in questo caso non contano! Se lo studente sta bene questo sarà il più bel dono!
9- insegnare e praticare yoga vuol dire costanza, studio, cura, rispetto giorno dopo giorno
10- chi insegna yoga e ha una famiglia ( marito/ moglie / figli) cerchi sempre di portare amore a loro come la pratica di ogni giorno insegna.
11- donare una classe yoga gratuita almeno una volta al mese ovunque è richiesto.
12- amare ciò che si fa e si è se non vi è amore non vi è yoga.
13- rispettare l’allievo mantenendo un sereno rapporto professionale, non approfittare, non giudicare, non imporre il proprio pensiero.
14- la pratica yoga è molto concreta, richiama alla vita di tutti i giorni permette di vivere meglio e agire consapevolmente. Fate in modo che la vostra pratica arrivi anche a coloro che in un centro yoga non metterebbero mai piede!
15- Ridete, sorridete, siate umani e umilmente accettate i vostri errori. Non abbiate la presunzione di non commetterne.
16- dedicate la vostra vita alla vita, trovatene ogni giorno il senso nelle piccole cose. Non abbiate la pretesa di migliorare gli altri, migliorando voi stessi tutto verrà di conseguenza.
17- perdonare gli altri è difficile, ancor più voi stessi, iniziate a farlo, provateci il cammino è lungo ma possibile! Perdonare non significa farsi fare altro male, significa proseguire per la propria strada, lasciando andare coloro che ne hanno scelto una diversa!
18- siate liberi di ricostruire la vostra esistenza al di là dei giudizi altrui, della famiglia che vi ha generato, siate il potenziale che è in voi.
19- costruite la vostra quotidianità attraverso scelte chiare, oneste!
20- non tradite voi stessi e non tradite chi vi è accanto questo vi rende liberi!

link:

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Yamas

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Niyama

 

per chi ha letto fino a qui e ha domande:

1- sull’argomento potete scrivermi direttamente

2- sul Corso per insegnanti potete scrivere o chiamare direttamente

 

Una risposta

  1. Benedetta, credo che in questi passaggi tu abbia toccato ogni cantiere della nostra vita. Trovo fondamentale che l’insegnante di yoga debba abbracciare una solida deontologia vivendola nella sostanza. Ti sono grata per averci ricordato in quanta armonia e bellezza siamo immersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *