Siamo stati tre giorni in famiglia, come anticipato in radio, e abbiamo scelto di regalarci una cura di riso: ci siamo nutriti con creme di riso, tisane e brodi vegetali fatti con la verdura dell’orto di amici. Il tempo ideale è stato il passaggio dal freddo al caldo. Questo tempo scandito da silenzio, meditazione, bagni di sole e passeggiate, ci permette ogni anno di ritrovarci in una nuova consapevolezza e scelta nutrizionale! È importante capire che non si mangia per dimagrire o ingrassare, ma ci si nutre per stare bene, per prenderci cura di noi stessi e della salute di chi amiamo! Ci vuole molto amore per fare la crema di riso e poi pulire gli attrezzi. Ogni individuo sceglie liberamente cosa mangiare ma spesso la scelta è inconsapevole o dettata da un’errata educazione o cultura o dalle mode o ancor peggio da abitudini trasmesse da genitori e ambiente! Noi ci accorgiamo che ridurre per qualche giorno la quantità di cibo, fare un semi digiuno con brodi privi di zucchero, di olio e sale, permette a noi stessi di riprendere le coordinate del nostro corpo, del gusto, della mente e ripartire con maggior attenzione alla propria vita! Si puó inoltre mangiare con gusto pur essendo macrobiotici vegani non integralisti, io credo che il gusto vari di molto se abbandoniamo i falsi miti con i quali molti di noi sono cresciuti per aderire al sociale! Quindi quando potrete fermarvi dal tumulto delle emozioni e ricordarvi di voi stessi concedetevi qualche giorno detox per riazzerare le lancette dei vostri sensi e riconoscere i vostri gusti!

Di seguito a questo intervento in radio mi avete chiesto:

– quale è tua ricetta della crema di riso?

uso acqua di sorgente, riso vero, pentola a pressione, passafino, ciotola di metallo e barattolo di vetro grande: cottura di circa 500 g di riso semi integrale e acqua 1.5 litro per 40 min. Poi passare e conservare per la giornata. A volte aggiungo gomashio o farina di mandorle. Il tempo di preparazione corrisponde ai 5 min. Per lavare il riso e fare arrivare la pentola in pressione, e ai 10/15 minuti per passare il riso cotto e lavare gli attrezzi.

– Cosa fare se durante una riduzione quantitativa alimentare se ci sono “brufoli”o segni sulla pelle?

Uso personalmente una crema antisettica di Biosophia chiamata Kurumuli a base di olio essenziale di tea tree oppure prodotti della Opus Ruris per viso e corpo.
– Come accelerare un detox?
Non ci sono motivi di accelerare un detox. Prendetelo come viene, dalla mia esperienza quando si lascia andare mentalmente si va subito anche di corpo.
– Cosa fare in caso di male di testa?
Nelle prime 24 ore ci possono stare come quando si smette di bere caffé… Ma un buon rimedio è la prugna umeboshi o dei prodotti derivati (ume, pasta di ume, caramelle di umeboshi).
– Quando e quante volte fare un semi digiuno?
Ormai non ci sono più stagioni… Se consideriamo una quinta stagione (tutti periodi di più di 3 gg di cambi meteorologici) possiamo dire che un paio di volte dal caldo al freddo può bastare.
– Cosa fare di fronte a sogni, pensieri costanti legati alla fame?
In periodo autunnale ho a volte freddo ma stando coperta, uscendo poco, meditando, cerco di trovare il tempo di stare insieme a tutte le mie emozioni. Dando ascolto alla parte migliore di me stessa.

Grazie a tutti
Link esterni per le creme specifiche:

http://www.biosophia.eu

E Opus ruris (prodotti acquistabili nei vari Un Punto Macrobiotico).

Per le verdure a Cantù: chiamare Giovanni 3311385713 oppure Armando 3926496676

Indirizzo Via monte rosa a Cantù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *